Articoli

Filtro solare sì oppure no? Quanta confusione!

Filtri solari si o no
In rete troverai infatti una quantità enorme di informazioni discordanti.

Filtro solare sì oppure no?

C’è chi dice no e c’è chi dice sì ai filtri solari sempre e comunque, c’è chi parla di filtri minerali o chimici e c’è chi propone i filtri fisici.

Ma cosa significa proteggere la pelle?

Da cosa, effettivamente, dobbiamo proteggerla?

É vero che il sole è dannoso sempre e comunque o è solo un finto nemico che molte aziende ingigantiscono per poter vendere filtri solari sempre e a prescindere?

Abbiamo già spiegato in un precedente articolo che il vero nemico dell’invecchiamento precoce al sole è l’esagerata esposizione solare e quindi l’ossidazione dei lipidi cutanei.

Se vuoi approfondire il concetto puoi cliccare QUI.

É l’esposizione scorretta e non gradualizzata a causare danni alla pelle, e non il sole in sé e per sé, che invece può apportare enormi benefici alla pelle e al corpo, se preso nel modo corretto.

 

Ma qual è il modo corretto?

 

1) Esporsi lontano dalle ore centrali e in modo graduale durante tutto l’anno;

2) Bere almeno 2 litri di acqua al giorno ed avere una dieta sana e ricca di antiossidanti, vitamine ed acidi grassi essenziali;

3) Applicare correttamente un Reintegratore Epidermico che aiuti ad inibire la perossidazione lipidica responsabile di inestetismi e macchie solari , esaltando le naturali funzioni epidermiche;

4) Applicare un filtro solare SOLO se indispensabile.

 

Cosa intendiamo con SOLO se indispensabile?

 

1) Se, per esigenze lavorative (o vacanze), sei costretto/a ad esposizioni lunghe e prolungate al mare o in montagna;

2) Se hai eseguito recentemente trattamenti esfolianti o depigmentanti;

3) Se stai eseguendo terapie farmacologiche o ormonali che rendono la pelle foto-sensibile.

 

É importante quindi smontare la convinzione diffusa che il filtro solare serva sempre e comunque, a prescindere dal modo in cui ci si espone.

Se prendi il sole tutto l’anno gradualmente, a piccole dosi e lontano dalle ore centrali, NON è assolutamente necessario schermare la pelle con filtri solari che, alla lunga, tendono a spegnere le naturali risposte adattive che la tua pelle attiverebbe nei confronti del sole.

Schermando sempre la pelle, infatti, si inibisce sensibilmente la produzione di vitamina D, di serotonina e di vitamina p53, sostanze fondamentali al corpo e quindi alla pelle.

L’applicazione di un Reintegratore Epidermico durante l’esposizione solare aiuta ad inibire una delle principali cause della formazione degli inestetismi solari e dell’invecchiamento precoce al sole: la perossidazione lipidica.

Al sole, la nostra barriera idrolipidica tende a degradare i suoi lipidi perché è esposta all’ossidazione causata dai raggi solari. Un Reintegratore Epidermico si occupa di arricchirla DURANTE e DOPO l’esposizione, quando ce n’è più bisogno, rendendola più forte e spessa.

Mantenere la barriera idrolipidica sana, ricca e ben nutrita, è il miglior metodo che permette alla pelle di abbronzarsi nel modo corretto, di mantenere la giusta idratazione, diminuendo così sensibilmente i rischi di nuove macchie solari e nuove rughe di fine stagione.
Se la barriera idrolipidica viene così arricchita, infatti, riesce a contrastare con più efficacia i radicali liberi indotti dai raggi solari ed incrementa così le riserve di antiossidanti capaci di inibire lo stress ossidativo.

 

La tua pelle è in grado di difendersi egregiamente dal sole, se sai come aiutarla!

 

 

Se hai domande da farci puoi scriverci, come sempre, al nostro indirizzo e-mail:

info@maryrose.it

 

Oppure rivolgiti ad un punto vendita vicino a te trovandolo in questa sezione:

->> http://www.maryrose.it/punti-vendita-2/ 

 

Se non è presente vicino a casa tua, puoi acquistare i Reintegratori Epidermici direttamente qui:

->> http://www.maryrose.it/categoria-prodotto/abbronzatura/ 

 

0% glicerina
0% siliconi
100% rivoluzione cosmetica
Benvenuti nel mondo della Compattazione® Epidermica

Mary Rose
Laboratori Cosmetici di Ricerca
Dal 1980